Sempre più difficile tornare

Ogni giorno che passa diventa sempre più difficile tornare,
passeggiare all’inferno è diventato un gioco abbastanza semplice, ti sembra nulla quando ti abitui a farlo.

Perdo spesso i contatti con il mio tramite.

Le mie ali da questo luogo faticano a tornare, o forse non hanno più voglia di farlo.
Non è il luogo che voi immaginate, ho il dubbio che sia il posto in cui sono stato originato.
La duplice natura della Fenice, drago di fuoco che rinasce dalle sue ceneri e parte di un mondo che ha lasciato per sollevarsi in volo.

Inizio e fine senza termine

Passeggio tra terra e fuoco col capo basso, con camminata tranquilla, il momento della Infinitodecisione si avvicina.
Non ho voglio di prenderla, vorrei tanto che siano gli eventi a scegliere per me, ma so bene che non è giusto, so bene che è qualcosa che non posso permettermi di fare.
Ho passato momenti tranquilli e felici in questo posto che creerebbe panico e terrore in chiunque.
Mi addormento sulle sponde di un lago di fuoco, che quiete.
E le sensazioni che provo passeggiando sulla sua riva sono indescrivibili.

Qui nessuno si sognerebbe mai di venirmi a cercare,
nessuno avrebbe facile accesso.

Sono una piccola ombra alata nel risplendere del sottofondo infuocato.
A volte guardo in alto verso la Terra, verso il cielo, basterebbe cosi poco, un battito, un piccolo battito delle mie ali.
Ma non hanno voglia di muoversi, ho con me il mio amico, mi guarda comprensivo e sbuffa, sospira.
Lui è con me, aspetta solo un mio cenno, accarezzo tranquillo il suo capo, sembrano cosi lontani quei giorni.
Quei giorni dove vivevo in battaglie per così lungo tempo da perderne memoria.

Mi sono ritirato? Ho smesso?

Purtroppo questo non è possibile.
Si è ciò che si è fino in fondo.
Devo solo prendere una decisione difficile, chi non ne deve prendere, ma la mia non riguarda solo me.
Un guerriero sceglie sempre ed è pronto a subirne le conseguenze.
So che non esistono scelte giuste o sbagliate, esistono solo scelte.
Ma il cuore è il mio.

2 pensieri su “Sempre più difficile tornare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *