Fantasy

Un semplice racconto di fantasia

Così viene intitolato questo scritto dalla mia grande amica e lettrice che si firma IM. Lei lo chiama semplicemente “Racconto di Fantasia”, ma è il trascorso di un esperienza pregressa o una vita parallela che sta vivendo la sua anima.

Non lo avrei pubblicato se non l’avessi ritenuto importante, sono sicuro che ognuno di voi saprà vederci ciò che ci ho visto io, Buona Lettura:

Un semplice racconto di fantasia scritto da “IM”

Molto tempo fa esisteva un gioiello, un pianeta che non aveva bisogno di Paradisodescrizione, solo a vederlo emanava sensazioni belle e straordinarie un pianeta vivo si rigenerava e concedeva tutto. Il pianeta stesso si sentiva parte del tutto ed era felice di questo , gli inquilini siii brava gente, rispettavano la sua delicatezza e i suoi profumi .

C’erano sorgenti ed acqua in abbondanza, non si poteva descrivere tanta bellezza era impossibile, tutto sembrava eterno niente poteva distruggere quell’armonia , infatti sembrava …

Un giorno qualcosa cambiò, iniziarono a ricevere visite.

Che c’è di male in questo? Uno pensa: nulla!

Iniziò un qualcosa che non era mai esistito prima, iniziarono i dubbi .

Il dubbio è peggio del tarlo,  il tarlo che fa?  Inizia a scavare e prendere possesso del territorio, così si inizio a minare le fondamenta di quella società  e di quella realtà

Sorsero i problemi, grandi e grossi . Il dubbio è nemico della fede e dell’amore. Il dubbio uccide e divide,  poiché non esistono più certezze .

Iniziarono guerre lunghe e dolorose  finché tutto non esistette più, qualcuno riuscì a fuggire,  alcuni testimoni di quegli eventi scapparono, cercarono rifugio e lo trovarono .

La prossima volta che ti viene un dubbio non tenerlo dentro raccontalo e poi lascialo andare via col vento affinché le certezze rimangano….

Parte 2a

PersonaggiRitornando a quel meraviglioso gioiello di pianeta impossibile da descrivere per via delle sue meraviglie, proprio lì, non ci crederete, vivevano dei personaggi strani, descriverli era impossibile, di una bellezza rara, una famiglia in tutto e per tutto reale sia di origini che di sangue se così lo vogliamo chiamare, questa famiglia aveva uno statuto particolare ogni discendente avrebbe dovuto prendersi carico dei privilegi ma soprattutto dei doveri per mantenere l’ordine e la vita meravigliosa che fino a quel momento esisteva, molte furono le discendenze e non ci furono grossi problemi ad educare i nuovi eredi nella saggezza e nel discernimento. Era un compito difficile e molto impegnativo, grandi poteri erano usati e tutti allo scopo di creare amore e benessere .

Un giorno giunse ad un certo punto della storia planetaria una strana erede .

Strana perché in realtà era diversa da tutte le altre progenie,  a lei non interessavano i doveri era schiva non amava le responsabilità anzi le odiava,  proprio per questo le fu inflitto il peggior addestramento che fino a quel giorno era stato usato.

A lei interessava giocare con gli animali, gli parlava, dormiva e mangiava con loro, amava la natura la chiamava madre e sorella, la natura le rispondeva e le dava forza coraggio e saggezza fino a donarle qualcosa a cui nessuno era stato mai concesso: un cuore puro, l’essenza stessa dell’amore,  un potere che l’avrebbe segnata per tutta la sua lunghissima vita ……

parte 3a

Dove ero rimasta a si la bambina ….

I genitori addestrati secondo protocolli da tempo vigenti non erano pronti e Amoreistruiti per una situazione del genere, nel tempo avevano perso qualcosa di importante la consapevolezza e l’obiettività, cose che il manuale non gli aveva insegnato, da pieni di luce arrivarono ad essere grigi,  strano,  tutte quelle regole e leggi gli avevano tolto la parte più bella dell’essere: L’AMORE .

La bambina,  si proprio la bambina la loro figlia ogni giorno li faceva specchiare nel suo essere  e capirono che ne la luce e ne il grigio potevano sopperire a quella energia a quella essenza d’amore,  gli stessi abitanti erano strabiliati e brontolavano fra sé come potesse essere successa una cosa del genere,  erano diventati freddi e calcolatori, tutti senza rendersene conto nella loro perfezione avevano perso tutto:  i colori che prima erano accesi e brillanti ora apparivano opachi e spenti …..

Parte 4a

GuerrieroMolti di quei visitatori nel tempo si dimostrarono poco graditi la piccola futura erede come anticipato fù destinata ad un duro addestramento, vennero chiamati gli anziani i quali suggerirono il da farsi,  ogni volta ne usciva sanguinante,  quasi morta .

Crebbe così, per anni visse così, ma nei pochi momenti di libertà lei non dimenticò mai la madre e sorella natura che la prendeva e la coccolava come una figlia, le alleviava i dolori , lei non capiva il perché di tutto questo finché un giorno venne chiamata e si si venne chiamata .

Perchè ad ogni domanda c’è sempre una risposta,  l’ansia un qualcosa a lei sconosciuto incominciò a pervaderla ….
Per la prima volta entrò nella sala dove venivano discusso tutto,  una stanza che solo pochi potevano accedervi, se l’addestramento sembrava e dico sembrava duro quello che le dissero era anche peggio, iniziò a piangere un dolore profondo sordo,  i genitori sempre rigidi con lei in quel momento si lasciarono andare e piansero insieme a quella che oramai era diventata una donna,  quella bambina strana che impararono ad amare profondamente divenne l’ancora di un impero oramai sull’orlo del crollo, un impero nato per il bene, nato per l’amore …..

Parte 5a

Torniamo alla sala, a quella stanza dove pochi avevano l’accesso, chiamarla salaSala-del-Nulla o stanza è un termine ridicolo, quello che si presentò davanti a quella donna – bambina era a dir poco strabiliante in apparenza non c’era nulla, tutto sembrava galleggiare lì dentro, una stanza mobile, gli anziani lì non potevano entrare l’accesso è consentito solo a chi appartiene al sangue reale, tutti gli altri se provavano ad avvicinarsi morivano, attorno a quella stanza custodi e guardiani vigilavano in continuazione oramai da secoli e con successo .

Il perchè di tutto questo in contrapposizione a quel mondo bello e meraviglioso, in pochi lo sapevano, come in pochi ne conoscevano l’esistenza, due famiglie reali avevano il compito di dare una discendenza e si ne esistevano due, due pianeti gemelli e due famiglie reali, tutto portato avanti per uno scopo ben preciso

Parte 6a

EsplosioneMolti pensano che il nulla sia niente, in realtà non è così, tutto nasce dal nulla, una volta a tutti era concesso di vedere il nulla, ma poi tutto cambiò,  fu concesso solo ai reali .

In quel momento lei la donna – bambina si rese conto del perché di tutto quello che aveva dovuto sopportare e lo vide davanti a sé come un film, in realtà nello stesso momento veniva fissato in maniera indelebile nella sua mente, in angoli remoti, lei una bambina che amava giocare mangiare e dormire con gli animali stessi in mezzo alla natura divenne una guerriera terribile, il suo fato era stato segnato  e non poteva tirarsi indietro,  nel momento stesso in cui viveva tutto queste emozioni al di fuori inizio una guerra spietata,  vennero inviati dei killer,  il nulla iniziò a muoversi lei voleva uscire e difendere la sua gente i suoi genitori, ma non le fu concesso, il nulla  la fermò,  le disse non è il tempo,  iniziò ad agitarsi era davvero forte e potente, ma il nulla lo era di più molto di più,  madre e sorella natura intervenne, dicendole ascoltalo,  non piangere perché lacrime di rabbia iniziarono ad uscire , tutto è stato preparato per questo giorno, sapevamo che sarebbe arrivato insieme ad una strana bambina,  molti morivano alcuni fuggivano, nonostante fossero di forza estrema questi killer lo erano di più, volevano il nulla,  il potere assoluto, ma nessuno può farlo nessuno può prenderlo,  madre natura in un ultimo sforzo prese la ragazza e la lancio nel nulla dicendogli vai,  nel tuo cammino ci saranno esseri di estrema potenza che veglieranno su di te, sii serena non aver paura, la paura uccide e tu devi vivere, adesso sai il perché, ora vai …..

Un secondo dopo il pianeta non esisteva più, tutto spariva dietro di lei insieme ai suoi ricordi.

CONTINUA…………

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *