Liberi-in-Gabbia

Liberi in Gabbia

Il credere nella libertà è l’arma migliore per rendere un uomo schiavo, l’uomo credendo che sia una sua scelta la difende con i denti, ma davvero è ciò che ha scelto?

I giorni passano e le divinità vengono da molti messe in discussione, Figure come quella di Gesù spariscono, snaturate e demonizzate.

Tutto volta a favore del “Dio-Io”, io sono il Dio di me stesso, con i miei pensieri creò la realtà che mi circonda.

Questo è un qualcosa che toglie potere a molte religioni, se Io sono il Dio del mio universo non ho bisogno dei falsi Dei.

Uno dei pensieri che sento più frequenti: “Yhashua era un Alieno”
Certo che era un Alieno, te lo posso confermare perché questo termine significa: Straniero, Colui che è Diverso .

Secondo Te, Gesù, Yhashua, o in qualsiasi altro modo lo si voglia chiamare, non era diverso da tutti quegli Uomini della sua epoca?
Non predicava Uguaglianza, Amore, Rispetto quando invece si viveva in un epoca di Supremazia e Guerre per la conquista del potere?

Si, in questo senso Gesù è Alieno e anche Adonai prima di lui.

Dimentichiamo che il creare la realtà con i pensieri è un dono del Dio che cerchiamo di cancellare.

Due Binari

Il mondo sembra camminare su due binari, la cosiddetta Nuova Religione (New BinariAge) che sta cercando di schiacciare la Vecchia Religione.(Quante volte è successo questo?).

A tutti fa piacere essere Dio.
Tanti uomini per essere Dio hanno inventato le religioni, queste sono in mano a pochi rappresentanti e cosi l’unico modo per essere tutti Dio è stato quello di creare una nuova religione.
E’ innata la voglia dell’Uomo di essere “Onnipotente”.
Ricordi ancestrali? Ricordi dell’Anima? O trappola della materia?
Ognuno ha la sua risposta a queste domande.

Oggi si sta cercando di cancellare figure importanti come Gesù (intendo il vero Gesù e il suo vero insegnamento) per prenderne il posto.

Certo, fa comodo cancellare quest’Uomo qualsiasi cosa esso sia, è la quarta o la quinta volta che la sua essenza viene nella materia e noi cancelliamo il suo ricordo e i suoi insegnamenti.
Lo cancelliamo, lo manipoliamo per dare il potere in mano a pochi, quando il potere non è il suo insegnamento.

La necessità di creare nuove religioni, di togliere il potere a quelle già preesistenti è solo il tentativo di creare nuovi gruppi ed eleggerne un capo che li controlla.

Il tuo stesso crederti creatore della realtà ti colloca in un gruppo che viene sfruttato da chi ti da le risposte che vuoi sentire.

Lascia che ti racconti una storia molto simile a quella di Gesù:

Un Uomo Dio

sargonUn Uomo-Dio arriva, si fa Uomo in mezzo agli Uomini, cammina con loro, li conduce per mano e alla fine la sua vera storia cancellata.
Prima di Gesù la stessa sorte toccò a Melchisedek (Sargon di Akkad), e chi sa ancor prima qual’è il nome dell’Uomo Dio che fu cancellato, ma, purtroppo, non abbiamo nulla a ricordo di epoche precedenti.
Tutto quello che resta di Adonai, una figura come Gesù di 5800 anni fa, è una statua alla quale sono stati tolti gli occhi.
La sua nascita fu annunciata da quella che viene definita “Triade Cosmica”.
È stato cancellato dagli uomini che volevano essere lui. (Mosè nei suoi libri sacri lo ha snaturato)

Molti documenti mesopotamici e molte tavolette scritte con caratteri cuneiformi raccontano questa storia:
Siamo nel paese di Akuzan, vicino alle sorgenti del fiume Kabur.
E’ l’alba. Finisce la notte santa.
Ancora nel cielo scuro le stelle cantano in coro.
Un uomo di nome Akki passeggia sulle rive dell’Eufrate.
Trova un sarcofago di granito rosa che brilla alle prime luci dell’alba.
Si avvicina al sarcofago e vede al suo interno un magnifico bambino.
Akki lo adotta, lo cresce come un figlio e quel fanciullo diviene “Gran Sacerdote”.
Viene chiamato Adonai, il re giusto, il re vero (Melchisedek)
Nato da una donna che non fu fecondata dal marito, perché lontana da lui. Per il disonore il bambino fu affidato alle acque dell’Eufrate e fu tratto in salvo da Akki. Quel fanciullo portava sul petto “Il Sigillo Reale” lo stesso presente sul petto di Gesù.

E’ vero, sembra la stessa storia, ma non lo è.

Gesù e Adonai hanno la stessa essenza, ma venuti in epoche differenti. Venuti con lo stesso scopo, ma ovviamente si sono dovuti adattare a ciò che richiedeva l’era in cui si sono manifestati.
Grazie ad Adonai siamo scampati all’estinzione e ci fece un grande dono:

Si dice che insegnò a portare i pensieri nella realtà.

Per la prima volta, dopo la scampata ultima estinzione, l’uomo ebbe il potere di vedere i suoi pensieri divenire realtà.

Strappò l’uomo dall’età della pietra e lo condusse per mano nell’età dell’oro. Questo Dio Uomo fu chiamato anche Grande Architetto, inventore del “Labris”, costruttore di mura megalitiche e delle Piramidi.
Portò all’uomo, oltre la grande fratellanza, anche il dono più prezioso.

Siamo nell’età della pietra, l’uomo e scampato all’estinzione e ora vive nelle caverne, della passata civiltà non vi è più traccia.
Regna l’uomo selvaggio che uccide i suoi fratelli.
Diviso in tribù
E’ la fine, non vi è più unione, non vi è più fratellanza.
Regna solo il caos.
Ed ecco arrivare sulla Terra, il Dio che metterà ordine nel Caos.
Il Dio fatto Uomo che riunirà sotto di se tutte le popolazioni della terra.

Raduno tutti nell’unico luogo lussureggiante del pianeta. Questo era l’Eden della Bibbia. A nord di questo anello il ghiaccio dovuto all’ultima glaciazione e a sud le roventi terre equatoriali.

Quell’Uomo era chiamato con molti nomi, il suo nome era
Adonai il fondatore di Sumer Akkad (La fratellanza della terra fertile).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *