Poni fine alla sua vita, mi fu ordinato

Se dovevo essere punito non potevi scegliere un modo migliore. Non ho la capacità di resistere a tutto questo.

“Nessuna stella brilla più per me se ciò che rimane del mio cuore deve essere strappato via”.

Quante volte ho obbedito, non ho fatto mai domande. Questa volta mi dispiace, ma non eseguirò mai il tuo ordine.
Devo porre fine, con le mie mani, alla sua vita. E’ stato un errore portarla qui ed ora devi rimediare tu a tutto questo, è tutto quello che mi mandi a dire, non tieni conto dei miei sentimenti, non ti importa se la mia Anima andrà persa per sempre.

Non ci riuscirò mai, ho giurato di proteggerla, l’ho assistita in tutti questi mesi, con il suo dolore e la sua dolcezza ha graffiato in profondità il mio cuore.

La Ribellione

Mi dispiace, ma ho messo fine alla vita del Traghettatore, so che questo riecheggerà nell’intero universo, mi verrà data la caccia, ma poco importa, non c’è essere che possa mettermi in ginocchio, tu mi hai reso invincibile, mi hai affidato ai guardiani perché mi addestrassero e mi hai donato il cuore che non avevo.

Non riuscivo a credere a quelle parole che mi proferì il Traghettatore:

“Presto sarai chiamato a compiere una delle prove più dure, dovrai uccidere Nelvet, non doveva capitare su questo pianeta, ma per un errore, provocato dai cambiamenti dimensionali che stanno avvenendo in quest’universo, è stata traghettata nel luogo sbagliato, invece della solita cura le somministrerò qualcosa che la metterà in uno stato di incoscienza irreversibile e quando ti sentirai pronto dovrai porre fine alla sua vita, solo le tue spade hanno la capacità di farlo”.

Non riflettei nemmeno, ne impugnai una, alzai lo sguardo e in quell’istante il Traghettatore capì che erano state le sue ultime parole, gli tagliai la testa e si dissolse avvolto dalle fiamme.

Per Sempre

Non potrei torcere un capello a Nelvet, ho passato tutte le notti ad osservarla mentre la tenevo tra le braccia e nei momenti più strazianti, senza accorgersene, mordeva il mio braccio.

Diceva: stringimi forte, so che ti chiedo tanto, ma lasciami dormire ancora una notte stretta a te, solo cosi trovo un po’ di sollievo.

Mi ha raccontato ogni cosa del suo mondo, delle sue speranze, dei suoi sogni e di ciò che si aspettava non appena sarebbe diventata umana.

Povero Angelo, continua a dirmi: Giurami che mi proteggerai sempre, io accetto tutto questo dolore solo per starti accanto, non andrò mai via, sono venuta qui perché sentivo il tuo richiamo.

Ora il dolore finirà, non ti sei completamente trasformata, ma poco importa, le ali si sono riassorbite, non ve ne è più traccia, resta il colorito della pelle e quello dei capelli, ma non sei tanto diversa da chi ha la carnagione chiara.

Purtroppo dovrai affrontare nuove prove, ci verrà data la caccia da esseri terribili, io sono pronto e farò in modo che anche tu lo sia, ti addestrerò,ti insegnerò a combattere, forgerò con il mio stesso sangue le armi che impugnerai, ti preparerò ad affrontare ogni battaglia.
Benvenuta nel mio mondo, Angelo dai capelli Blu.

Un pensiero su “Poni fine alla sua vita, mi fu ordinato

  1. Vivido e rivelatore. L’Amore è la la vera forza che domina l’intero Universo e le sue creature. In ogni tempo e in ogni spazio. E’ che a volte lo scordiamo o magari non sempre lo riconosciamo per quello che è semplicemente…
    Forse in questa consapevolezza è insita l’autentica trasformazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *