Tra le mani dei Guardiani

Portale e Guardiani contribuirono alla nascita di un guerriero. Terra e Universo convogliava in se per vincere ogni battaglia.

Lama forgiata con Sangue, Fuoco e Acqua, mai cadrà in battaglia.

Erano gli esseri più stupefacenti che un bambino potesse ammirare.

Tra me e loro si strinse un amicizia indissolubile.

Prima che io divenissi il “Maestro D’Armi” molte battaglie ho dovuto combattere. Battaglie che si combattono con la spada, la più nobile delle armi.

Erano tempi felici, trascorrevo le ore in compagnia dei Giganti Alati e loro mi preparavano alle dure battaglie che sarebbero venute.

Quel qualcosa che uscì dal portale incustodito, un giorno sarebbe venuto a reclamare il proprio dominio sul cuore dei giganti.

Distrutto il cuore dei Guardiani il portale sarebbe rimasto di nuovo incustodito.

Un bambino non comprende moltissime cose, gli interessa solo essere felice.

Io con i Guardiani lo ero.

Nonostante fossi in tenerà età iniziò il mio addestramento.

Guerrieri di invincibile potenza, gli Angeli Guardiani mi rivelarono molti dei loro segreti.

Iniziarono con il forgiare una spada, insieme all’acciaio mischiarono gocce del mio sangue. Non riuscivo nemmeno a sollevare quella magnifica spada.

Quando sarai pronto la spada ti sembrerà una piuma.

Con i loro poteri creavano il mio campo d’allenamento, una sorta di realtà virtuale.

Le regole cambiavano ogni giorno. Ma quello che mi ha salvato molte volte la vita in battaglia è stata la “Bolla Energetica”.

La Bolla permette di sintonizzarsi con l’Anima. Quando l’Anima è al tuo fianco, riesci a manipolare la realtà.

Ero li faccia a faccia con una creatura che di umano aveva solo le sembianze del corpo, nelle mie mani la spada forgiata con il mio stesso sangue vibrava alla frequenza dell’Anima.

Sono fermo e il mio corpo è pervaso dalla calma, espando la “Bolla Energetica”. La Creatura avanza in tutta la sua potenza, in un batter di ciglia sono alle sue spalle e la testa gli è recisa.

(Tratto dalla Prima Battaglia)

4 pensieri su “Tra le mani dei Guardiani

  1. Tratto dalla prima battaglia?Perche c’e ne sono ancora?Daccordo che la vita e una continua lotta e’ vero anche che a volte hai davanti esseri non come l’amico quello con cui tu combatti ,pero ‘ fa un po’ paura quell’immagine sai stanotte avro gli incubi e non ho nex con cui urlare e farmi consolare o ti inserisci te in bolla e rimani li fin quando non andtra’ via , consiglio ,ce lo metti te con k e spada e vai a farti due passi per Roma digli questo magari e’ contento di farsi due passi verso certi luoghi ameni o no vedra’ lui il da farsi ,la testa la portera ‘ con se sotto il braccio avendone cura a non farla cadere per non incorrere magari a sanzioni o altro eheh caro Bragkor scusami ma si deve uo pochino sdrammatizzare sara’ l’immagine che mi ha reso vulnerabile allora cerco alternative Ciao 😉

    1. @Arianna Si, di battaglie ne ho combattuta tanta prima di venire in questo mondo. Non preoccuparti, mostri come quelli non entreranno mai in questa dimensione. C’è chi fa in modo che restino solo sbiadite immagini.

  2. Tu ne hai combattute di battaglie tante come tu sostieni prima di venire in questo mondo ,mi piacerebbe sapere che tipo ma penso che un po tutti noi prima di venire su la dimensione terra non ci sia stato regalato nulla ,so che in questa incarnazione abbiamo e si riscontrano problematiche avute in altre vite sta a noi capirle e non commettere gli stessi errori sono lezioni da imparare fin quando non si sara assimilato il tutto comprendendone il vero significato ,va bene faremo in modo che rimane solo una sbiadita immagine .Scusa Bragkor perche non mi /ci racconti un pochino di te ,posso dire una cosa che vivi molto piu’ dentro di te che fuori , fuori vivi lo stretto necessario .

    1. @Arianna: Io sono qui perché, in un altro luogo, in un altra dimensione ho fatto qualcosa che credevo fosse giusto. Ho lottato con tutte le mie forze e sono andato contro ogni regola per mettere fine ad una battaglia che va avanti da quando uno dei portali è stato violato. Ora sono qui per imparare a mettere fine a quella battaglia nel modo corretto. Credevo di essere relegato in questa dimensione per espiare, invece sono qui per imparare da chi possiede un cuore.
      Mi parli di Vivere fuori e vivere dentro, infondo il Fuori è ciò che siamo dentro.
      Vorrei tanto parlarti di me, ma Bragkor deve restare solo un fantasma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *