deja-vu

Déjà vu, Sbirciatina sul Futuro

La ragione non può mantenere costantemente il suo serrato controllo, di tanto in tanto si distrae e noi riusciamo a percepire i messaggi dell’Anima. A volte si manifestano sotto forma di sensazioni e altre volte sotto forma di visione.
Le Visioni possono essere divise in due generiche categorie: a Lungo Termine e a Breve Termine (Déjà Vu).

Le visioni e le sensazioni sono un aiuto che proviene dall’Anima; Lei ci da la possibilità di dare una sbirciatina al sentiero che abbiamo scelto di percorrere.
Una visione a lungo termine non necessariamente si manifesta nella realtà, dipende un po’ da noi, possiamo, in ogni momento cambiare la linea della vita che abbiamo scelto e di conseguenza cambiare gli avvenimenti che troveremo sul nostro cammino.
Poi esistono le Visioni a Breve e Brevissimo Tempo, sono eventi imminenti sul nostro percorso, più difficili da cambiare perché prossimi.

Sensazione Erronea ?

Il termine fu creato dallo psicologo francese Émile Boirac, la “scienza ufficiale” lo definisce un fenomeno psichico rientrante nelle forme di alterazione dei ricordi (paramnesie): esso consiste nella sensazione erronea di aver già visto un’immagine o di aver già vissuto precedentemente un avvenimento o una situazione che si sta verificando

Io non penso sia una “sensazione erronea” 

Più che creare la realtà con i nostri pensieri, noi scegliamo la realtà.

Esistono tante possibili realtà tutte insieme, in base alle nostre emissioni, ci spostiamo in una o nell’altra.

Faccio un esempio: Se io mi soffermo sul pensiero di una casa, inizierò a spostarmi in quella realtà dove la casa che ho immaginato esiste, ma per averla dovrò percorrere una serie di eventi, che io chiamo “sentiero della materializzazione” , dovrò cercarla, dovrò contattare le agenzie immobiliari, dovrò far arrivare i soldi per acquistarla ecc.ecc., se ho messo abbastanza “Intenzione Pura”, tutto il “Sentiero della Materializzazione” mi risulterà estremamente facile e piacevole.

Se invece me ne sto seduto davanti alla TV, la casa che desiderò non verrà di certo lei da me (non siamo cosi bravi da poterlo fare, ma non è impossibile).
Per ottenere ciò che voglio devo comunque fare qualcosa per incamminarmi verso il mio desiderio. (Pensiero, Azione, Materializzazione).

Ecco il Déjà Vu: una finestra sull’imminente prossimo passo che sto per fare sul sentiero che mi avvicina o allontana da ciò che voglio.

Non immaginare questo sentiero come una strada dritta, ma immaginalo come una strada con infiniti incroci e deviazione, passo dopo passo c’è sempre un bivio, se la nostra intenzione rimane sempre la stessa continueremo a procedere dritti e arriveremo alla soglia di ciò che abbiamo scelto, ma i tanti bivi sono una tentazione golosa per la nostra mente e spesso ci si ritrova a non camminare più sul sentiero iniziale.

8 pensieri su “Déjà vu, Sbirciatina sul Futuro

  1. E’ la stessa cosa che dice Vadim Zeland in “Reality Transurfing” solo che lui spiega anche come fare per inserirci sul sentiero che ci piace…

    1. @Giuseppe: Tempo fa, su questo Blog, un utente scrisse una recensione dei libri di Vadim Zeland. Da allora mi sono ripromesso di leggerli, li ho anche acquistati tutti e tre, ma per mancanza di tempo ancora li devo iniziare a leggere.

  2. @Bragkor, condivido pienamente ogni parola di questo post e ti ringrazio per la serenità che i tuoi articoli infondono. Grazie

  3. non so se questo sia un vero e proprio dejavù…ma senti che mi è successo domenica scorsa…stavo camminando alla fiera di san giuseppe…piena e affollata di gente,ero un po’ annoiata e anche pentita di essermi invischiata in quell’uscita assai poco appagante…ad un tratto incrocio il mio sguardo con un cane! si si proprio un cane di media taglia credo un bastardino, bianco rosso e grigio e a pelo medio lungo…niente di straordinario si potrebbe pensare, ma la cosa strana è che io ho avuto la NETTA E PRECISA SENSAZIONE DI AVER VISTO GLI OCCHI DI UNA PERSONA, LO SGUARDO DI UNA PERSONA BEN PRECISA!! il cane mi guardava così intensamente…e io sentivo lo sguardo di questa persona fisso nei miei occhi!! son rimasta bloccata immobile e anche mentre il cane veniva trascinato via dal suo padrone io ho continuato a fissarlo e a chiedermi DOVE CAVOLO HO Già VISTO ….QUELLA PERSONA!!! poi mi sono ricordata…era una persona morta quattro anni fa….una persona a me molto cara… Quando ho realizzato questo mi son sentita così bene e così felice, volevo rincorrere il cane per abbracciarlo ma c’era troppa gente e mi è stato impossibile.

    1. @Grace: Bellissima la tua esperienza. Io credo nella reincarnazione e trovo stupendo ciò che ti è accaduto, non è proprio un Deja Vu, ma un incontro di due Anime che si riconoscono al di la della materia. Grazie

  4. @Bragkor io i libri di Vadim Zeland li ho letti e riletti tutti ed in effetti devo dire che ti ritrovo in molte cose, anche se qualcosa dentro di me mi dice che in te c’è dell’altro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *