Ciò di cui hai bisogno, non ciò che vuoi

Parole di un Angelo Caduto:

Sono un soldato, capo di una delle armate del “Gran Generale”, ho ricevuto un ordine che non approvo.

Sono le persone come te che amano senza condizioni, che perdonano. Le persone che hanno sempre una speranza nel futuro ad avermi fatto lasciare il mio ruolo per scendere al tuo fianco.

Io, insieme ad altri tre, siamo stati i primi ad esserci inginocchiati al tuo cospetto quando sei emerso del misterioso “Nulla”.

Sono l’unico che porta incise sul cuore le tue lettere.

Guardami negli Occhi

Io non potrò mai scorgerle, ma tu, guardando attraverso i miei occhi le hai viste.
Un tempo passato, fatto di giganti e angeli ribelli, tu sei passato indenne.

Ne gli Angeli del cielo, ne quelli della terra sanno il modo in cui sono stati creati, ma tu si.
Quale creatura speciale sei? Tu conosci il modo in cui hai preso forma e io che sono immortale, io che ho veduto la tua nascita, io che mi sono inginocchiato a te, io che potrei spazzarti via con un battito d’ali, io che conosco i segreti del Cielo e della Terra non conosco come sono emerso alla vita.
Mi fu insegnato ad amarti, non posso fare altro.

Tu scegliesti di odiarmi, imparasti a compiere opere immonde in mio nome e tutto questo perché per salvarti cancellai dai tuoi ricordi l’antico alfabeto.

Mi chiamasti con il nome dell’altra faccia del bene, quella che tu credi il male.

Lascia che ti dica una cosa: Il non bene è solo opera di questo mondo, se guardi un po’ più lontano ti accorgi che non è mai esistito, eppure continua a far’ parte della tua vita.

Apocalisse

Abbandonai il mio ruolo di comandante perché ricevetti l’ordine di “Spazzarti via dalla faccia della Terra”

Feci un patto, finché io sarei stato al tuo fianco, tu e i tuoi discendenti camminerete sempre su questa Terra, il prezzo che devo pagare è il tuo odio.

“Dio”, non ordinerà mai la tua distruzione.

Lui è solo “Amore” è Padre e Madre Amorevole.

Qualcuno, nato dal tuo “Cuore Nero” voleva spazzarti via, cosi io discesi al tuo fianco, ti portai sul monte dove l’acqua non pote toccarti, portai a te il cibo, ma fui costretto a non farmi guardare più negli occhi.

Quelle lettere dovevano restare nuovamente nascoste.

Fu necessario un intervento di colui che è molto più potente di me.

Chi decise di spazzarti via voleva “l’Antico Alfabeto” che solo tu avresti potuto rivelargli, lui non può guardarmi negli occhi, non può leggere quelle lettere incise sul mio cuore.

Solo tu puoi sussurrargliele.

Nel momento stesso in cui fissasse i miei occhi una fiamma lo avvolgerebbe e lo priverebbe dalla sua immortalità e insieme ad essa del corpo che lo ospita.

Decise allora di colpire “Il Creatore di Tutto” distruggendo la sua immagine e somiglianza.

Non riuscendo si alleò con alcuni di voi e quando stavate per rivelargli l’alfabeto degli Angeli, esso vi fu tolto.

Il Predatore nutre la Preda

Il Lupo sta lasciando le briciole all’uccellino, il piccolo pennuto le raccoglie, si nutre e diventa paffutello.

Quando arriva alla fine del sentiero di mollichine trova l’ingordo animale che lo attende con le fauci spalancate, a questo punto l’uccellino è troppo grasso per volare via e viene fagocitato.

L’uomo è sia agnello che lupo.

Se ti danno ciò di cui ha bisogno, invece di darti ciò che vuoi, inevitabilmente vedrai chi ti aiuta come un nemico.

2 pensieri su “Ciò di cui hai bisogno, non ciò che vuoi

  1. semplificando:Il tuo peggior nemico è il tuo migliore amico.
    In realta’ dentro di te c’è la soluzione non farti distrarre ,
    grazie BR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *