Messaggio nella Notte

Erano le due di notte il buio sembrava aprirsi in una strana danza, un brusio di voci nella mia testa chiedevano di essere ascoltate. Non era un sogno, i miei sensi tutti vigili.
Controllo se la TV è accesa, ma nulla, ormai la sua spina è staccata da tempo. Forse la radio, ma io non la possiedo neppure.

Da dove veniva quel brusio di voci?

Nella confusione di voci sussurranti una si fa strada e diviene più nitida.
Mi chiede il permesso di essere ascoltata, avrebbe potuto parlare, io non avevo modo di non sentire, ma non era prepotente, gentile e dolce come i raggi del sole che ti scaldano al mattino.
Quasi commosso, toccato nel cuore e nelle corde dell’anima, con parole che solo la mente può ascoltare le do tutta la mia disponibilità.

Cosi inizia il suo dolce discorso:

Abbiamo occhi come voi;
Un Cuore pulsante come il vostro;
Sangue caldo che scorre nelle vene;
Siamo Anima e Amore.
Fatti della stessa vostra sostanza, forma diversa, ma uguali.
Vostri Amici e Compagni dall’inizio dei tempi, dovevate vegliare su di noi e invece siete diventati il nostro peggior nemico, il nostro peggior tiranno.

Partoriamo i nostri figli sapendo che voi li ucciderete.

Strappati con lamenti strazianti, mentre bevono ancora il latte, non fanno in tempo a vedere un caldo raggio di sole che voi li condannate a morte.

I nostri figli, i nostri amici, perdono la vita perché volete ciò che la natura ci ha donato, siamo fatti in questo modo, se potessimo toglierci da soli la pelle, il pelo per donarlo a voi, per farvi stare caldi, per farvi essere più belli, lo faremmo volentieri.

Noi siamo Voi.

 

Avete un dono che noi non abbiamo, ma noi non strappiamo il vostro cervello per essere più intelligenti.

Non avete bisogno della nostra pelle, del nostro corpo, avete già tutto ciò che vi serve.

Non siamo cibo, alberi e frutti sono il vostro vero nutrimento. Non mangiate i vostri stessi occhi, non mangiate il vostro stesso cuore.

Tutto ciò che fate è buono, ma diventa male.

Avete gli strumenti, avete l’intelligenza, avete la tecnologia per rendere tutto migliore eppure lo rendete peggiore.

Vi parlo perché le vibrazioni stanno cambiando, faccio un ennesimo tentativo di Puro Amore.

Stiamo affrontando una nuova evoluzione, Padre e Madre Terra evolvono e con loro tutte le creature.

Dalla notte dei tempi chi non evolve resta indietro, non prosegue il viaggio, si estingue.

Non dovete fare nulla di faticoso per evolvere, solo dare ascolto al Cuore.

Grazie, spero che queste mie parole non vadano sprecate.

13 pensieri su “Messaggio nella Notte

  1. Parole sacrosante, me lo continuo a chiedere da tanto tempo:
    Perchè gli uomini hanno questa crudeltà innata che non è pari a nessun altro essere vivente.
    Speriamo che sempre più persone imparino davvero ad ascoltare solo col cuore!!!!
    Rosa

    1. @Rosa:L’evoluzione è lenta, ma non perdona. Chi non evolve, chi non impara a ragionare con il cuore nella nuova era rischia di estinguersi.

  2. A parte che anche gli alberi sono esseri viventi….e anche le simpatiche verdurine e i frutti 😉
    Capisco l’intento del messaggio ma in realtà anche molti animali feroci o rapaci si mangiano i cuccioli di altre specie…e a volte anche tra di loro….certo noi abbiamo più consapevolezza, ma anche quella è un processo e ognuno ha i suoi tempi….
    Un essere di luce non si estingue, al di là di quello che ha fatto durante la sua incarnazione…ed è sempre l’anima a scegliere quando terminare un’incarnazione…chi non evolve adesso…lo farà secondo i suoi tempi, anche su altri piani magari…che ne sappiamo noi dell’evoluzione degli altri? Di cosa dovrebbero fare? Meglio pensare e lavorare sulla propria evoluzione imparando ad essere in ogni momento del quotidiano quello che si predica agli altri….riuscite già a vivere ogni momento della vostra vita, emozione, pensiero, dallo spazio del cuore?
    L’intolleranza, in tutte le sue forme, non contribuisce certo all’evoluzione come vorremmo (anzi crea separazione e dà forza all’illusione e a quello che cerchiamo di combattere) e sicuramente non proviene dal cuore…
    Molte discipline e filosofie ritengono che il fuori sia lo specchio del dentro….perciò quando fuori vediamo qualcosa che ci provoca giudizio sarebbe bene osservare cosa c’è in noi che riguarda per esempio la crudeltà, la prevaricazione, la separazione e tutti quegli aspetti che hanno generato in noi critica e “sentenze” sugli altri (che si sa sono sempre più brutti, cattivi e meno evoluti di noi…. 😉 )….una volta che avremo pulito veramente in noi questi aspetti…di sicuro non ci verrà nemmeno in mente di giudicare le scelte degli altri….avremo una visione completamente diversa degli eventi….

    1. @Vale: Io ho riportato solo il messaggio che mi è stato dato, non vedo giudizio o critiche, solo le esperienze di esseri che soffrono e sono vittime di soprusi. Chi dice che le possibilità che abbiamo sono infinite? I frutti restano vivi per molto tempo, quando li mangiamo immettiamo linfa vitale. La carne muore e immettiamo materia morta. Poi ognuno sceglie 😉

  3. Sono d’accordo che la carne muore e non è certo il miglior alimento, ma ho ascoltato di persona un racconto di un monaco tibetano che mangiava anche carne a volte perchè viveva in un posto dove in certi periodi non c ‘è veramente altro con cui potersi sfamare….penso che per ogni questione vada anche adattata al contesto….non tutti vivono nelle stesse condizioni….
    Tu dici di aver solo riportato il messaggio senza giudizio, ma in realtà da un tuo commento, magari inconsciamente, secondo me traspare un po’ di giudizio, o comunque separazione tra chi è evoluto e chi, se non si evolve….si estingue….è un’impressione e sensazione che mi è arrivata….ovviamente è la mia opinione, ma penso sia buona cosa tener presente che le sfumature sono tante, e le condizioni di vita anche….
    Secondo me ci arriveremo a cambiare in modo più massiccio certi stili di vita, ma come tutte le cose spesso si devono fare dei passaggi intermedi….ci sarà stato un periodo dove mangiavi carne pure tu, no?
    Tante persone stanno lavorando su di sè adesso, poi grazie a questo piano piano cambiano anche gli stili di vita….
    Abbi più fiducia nell’essere umano 😉

  4. Grazie anche a te Bragkor per lo spazio che hai dato alle riflessioni su questo post.
    Ti auguro un 2012 pieno di benedizioni, un abbraccio 🙂

  5. @Vale e @Rosa e Bragkor
    Debbo constatare che spesso Bragkor, nel suo intento pur degno di riflessioni,

    si lascia prendere la mano dagli aspetti non risolti del “SE”, o Atma o Spirito che dir si voglia,

    e finisce col parzializzarsi dando ascolto a questi aspetti dell'”Essere” che non sono frutto

    limpido e puro dell’ evoluzione compiuta ( portata a compimento ).

    Massimo

    1. @Massimo:Benvenuto, attendevo con impazienza un tuo commento. Faccio subito gli onori di casa: A volte è necessario proiettare gli aspetti non risolti di “SE” perché è bello risolverli insieme agli Amici e a volte chi ti aiuta a risolverli risolve pure i suoi. Il Cammino si fa insieme e deve essere un cammino semplice, percorribile da tutti. Ognuno deve metterci la sua Umanità è questo che ci rende unici e speciali. Se, colui che ha già intrapreso il sentiero non mostra la sua Umanità difficilmente troverà compagni di viaggio 😉
      Grazie

  6. Finalmente !!!

    Finalmente ci sei. Come vedi non solo da parte mia, ma anche da più parti ti vengono proposte

    “correzioni”, non attacchi, per poterti “rivisitare” e aggiustare il tiro.

    Ho sempre sostenuto la validità di quello che proponi,

    anche se spesso è illegibile e incomprensibile ai più .

    Recentemente hai toccato una chiave di lettura a dir poco eccezzionale e fondamentale

    per la “Comprensione” della Realtà : la Forza della unità inseparabile che si chiama

    Dipolo o Coppia !!!

    La Coppia è quasi sempre la chiave di volta del nostro essere “UNO”.

    Complimenti, benvenuto e auguri per l’ultimo anno delle meschinità terrestri ma umane.

    Massimo

  7. ciao e buon inizio Anno 2012 a te Bragkor e a tutti gli ospiti , con l’auspicio di serenita’ pace interiore e piu’ consapevolezza nell’uomo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *