The Day After, 11/11/11

Il tempo è trascorso e come al solito ha spazzato via con le sue onde ciò che ritenevamo un avvenimento eccezionale.

Oggi non se ne parla più, nessun commento, nessun accenno.

Restano solo gli articoli scritti in onore di quella data.

Si è parlato di portali energetici, di messaggi canalizzati, di una grossa bufala, tutti hanno espresso il loro parere (anche io il mio).

Almeno una volta al giorno gli orologi segnano le 11:11

Per non parlare di quando ci capita di vedere questa sequenza di numeri sulle targhe delle automobili e in molti altri posti.

La matrice che si rivela

Si è tentato di dare varie interpretazioni alla sequenza di numeri palindromi.

Sentiamo nel profondo che significa qualcosa, ma non sappiamo esattamente cosa.

111 il codice dell’uomo o dell’universo?

Abbiamo sentito molte volte affermare che il nostro Universo è a “matrice numerica”.

Non voglio scendere nei dettagli di questi studi, ma vorrei farti considerare alcune cose.

Molto spesso, negli antichi alfabeti, si usava lo stesso simbolo per rappresentare sia un numero che una lettera, ne è un esempio la scrittura Ebraica.

La mancata e reale comprensione degli antichi alfabeti ci ha condotto alla confusione.

Un numero, come una lettera, oggi sono semplici disegni che non rappresentano il pensiero.

I nostri antichissimi predecessori, cinquemila o seimila anni fa, erano molto abili a tramutare i pensieri in disegni simbolici. 

Concorderai con me che i pensieri possono essere rappresentati, anche, mediante dei disegni.

Le stesse parole che oggi usiamo hanno lo scopo di trasportare nella realtà i pensieri.

Con il passare del tempo, si è persa memoria dell’antica lingua, quella che era in uso prima della divisione, prima della torre di Babele.

L’Alfabeto Vero

I numeri e le lettere che oggi usiamo, prendono origine “dall’Alfabeto Vero“, distorto nel corso dei secoli dalla mano dell’uomo.

Quando incontriamo la combinazione di numeri 1111 qualcosa dentro di noi scatta, ne viene evocato il reale significato, ben chiaro alla nostra Anima, ma sconosciuto alla Ragione che è  intrappolata da ciò che ci fanno passare per “Mondo Razionale”.

Come dicevamo, in Ebraico lettere e numeri erano rappresentate con gli stessi simboli.

 Il simbolo della “Alef” rappresentava sia una lettera che il numero uno.

Proviamo a scrivere 1111 

A questo punto la mente già inizia ad intuire e ad elaborare antichi ricordi.

Se ancora non ci vedi nulla, sono vicino a svelarti il mistero, anche io, in principio, non ci vedevo niente di rilevante, non avevo, ancora, ben compreso il modo corretto di utilizzare questi simboli.

Siamo abituati a leggere da sinistra verso destra, ma si può leggere anche da destra verso sinistra, dall’alto verso il basso o viceversa.

Non restando intrappolati nelle solite convenzioni, ecco cosa ci mostra il “numero magico” 1111

Un altra sbarra della tua gabbia si è dissolta.

Buon proseguimento Viaggiatore

15 pensieri su “The Day After, 11/11/11

  1. @Francesco: o siamo noi che ci stiamo risvegliando?

    @Carlo: Grazie 🙂 Dove le trovo? Arrivano da sole in modi veramente bizzarri, poi lo racconterò a tutti.

    @Valeria: Grazie, non sapevo questa cosa dei marcatori del DNA, io cerco di mantenermi lontano dai canonici canali di informazione, TV, quotidiani, ecc.ecc. per non essere influenzato, questo, però, mi esclude dal conoscere anche notizie interessanti

  2. @Bragkor direi che svegliandosi una parte del nostro D.N.A. anche noi ci svegliamo! Potrebbe pero´ anche essere il contrario!
    Comunque sono sicuro che ci siamo visti in qualche dimensione perche´ quando leggo il tuo nome sembra di leggere qualcosa di familiare, non so!
    Io ora sono in Brasile alla ricerca di piu´ spiritualita´ in modo da estraniarmi da quello che succede in Europa e non avere addosso il “peso” che la gente crede di vivere con la crisi!
    Basterebbe dire: non pago! Che succede? Non ho nulla, pago ancora con la benzina la guerra del ´35…
    Lasciamo perdere la politica, non e´cosa che fa per me…
    Un abbraccio di luce e grazie per illuminare il nostro cammino con una luce piú chiara.

    1. @Francesco: Grazie, sicuramente ci siamo incontrati in qualche dimensione, non a caso ci siamo incontrati anche su questo blog. Complimenti per la tua scelta (Brasile).

  3. Alpha, Alif, Aleph …. “Alefkhà Hokmà” : “Ti insegnerò la sapienza”, la causa prima, la potenza di Dio di insegnarci la sua sapienza infinita, tramite il DNA ! …eh si, adesso sebra tutto ovvio! Hahahaha!

    1. @Peter: Ci sarà, forse, un giorno che ne parlerò, per ora questa conoscenza ancora deve pervenire in me.

      @Vale: In principio ci fu donato un unico alfabeto, uguale per tutto e per tutti, anche per gli animali, le piante e le pietre. L’uomo ha creato la confusione e ha confuso le lingue (torre di babele).

      1. Ma non è stato il “Signore” a distruggere la Torre di Babele ed a disperdere gli uomini di là sulla terra, confondendo la loro lingua? ( Gli uomini che parlavano la stessa lingua)
        libro della Genesi 11.1-9

          1. Non l’ho mai inteso come un castigo! ma piuttosto l’ atto di un disegno divino….sono d’accordo che l’uomo sia artefice del proprio destino ed anche di come percepisce ed interpreta ciò che gli arriva e di ciò che già è presente prima del suo arrivo
            La Bibbia è il libro delle metafore 😉

          2. @Flyda: Dio donò all’Uomo le “Parole Vere”, l’Uomo, come ha sempre fatto, ha tramutato in “Non Bene” il Bene e ha confuso le “Parole Vere”. Quando i discepoli chiesero a Gesù se la circoncisione doveva essere praticata, Gesù rispose: Se il Padre avesse voluto cosi sareste nati già circoncisi. Se l’Uomo non doveva ricevere “l’Alfabeto Vero” non gli sarebbe mai stato dato 😉

  4. Wow bellissimo questo simbolo svelato del numero 1 e la lettera dell’alfabeto ebraico che diventa la stilizzazione dell’elica del DNA.
    Ma per l’estremo oriente dove non ci sono lettere ma ideogrammi e caratteri, cinesi o giapponesi, come funziona la cosa? Avrebbero un senso anche per loro queste equivalenze? Sai qualcosa a riguardo?
    Intanto grazie per questa chicca 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *