Bragkor

Ricordi inattesi

Ho la testa bassa, impugno le mie spade e la punta tocca il suolo.

Nell’avanzare le due lame solcano la terra e producono scintille.

La mia armatura brilla dei colori del sole.

Ormai sono stanco. Stanco nella mente, il mio corpo è stato addestrato per non conoscere mai stanchezza.

Non mangio, non dormo, mi nutro dell’energia dell’universo.

Combattiamo una battaglia non voluta, ma necessaria. Se uno di noi cade la Terra cade.

Da quanto tempo dura questa battaglia? Ormai non ne ho più memoria, il tempo qui non esiste.

Avanzo deciso, le mie lame vibrano e il nemico cade nella polvere.

Non combatto con rancore, con odio.

Non combatto per la gloria, per gli onori. “Io combatto”. Ecco perché mai sconfitta ho conosciuto.

Mi manca quando ero bambino e respiravo l’aria della città magica.

Ai piedi dei Guardiani giocavo felice.

Giocavo un gioco che avrebbe forgiato nella tenera creta che è la mente e il corpo di un fanciullo un guerriero invincibile.

Mi ritrovai da adulto a bambino per imparare di nuovo.

Contro chi combatto?

 

Combatto contro i mostri generati dai tuoi pensieri prima che essi varcano la soglia.

Noi siamo la barriera.

Dico noi perché siamo un intero esercito. Siamo il filtro, siamo l’ultima barriera da superare per entrare nel tuo mondo.

Ogni tuo pensiero di catastrofi, di fine del mondo, ogni tuo pensiero che crede l’altra metà del bene il male genera nella città magica un mostro e io lo combatto.  I mostri generati dai tuoi pensieri hanno lo scopo di distruggere il cuore dei “Guardiani”. Caduti i Guardiani loro varcano la soglia.

Il mostro generato da un solo pensiero è facile da battere, ma quando riunite i pensieri, quando molti di voi credono nella stessa cosa negativa un mostro forte e potente viene generato. Siamo addestrati per vincere, non temere. Nessuno varcherà mai più la soglia.

Puoi darci una mano alleviando il nostro lavoro.

Tu sei la chiave, la chiave di un regno di cui hai solo sentito parlare.

Credi che esso esiste o vuoi crederci?

Esso è esistito ed esiste, tu hai scelto di andare via, nessuno ti ha cacciato.

Noi lottiamo in coppie e vinciamo ogni battaglia, i mostri sono da soli.

L’unione genera il potere, l’unione ha generato te, il tuo spirito e la tua anima.

Ti chiedi mai perché cerchi la tua metà?

Perché cerchi la tua donna o il tuo uomo in questa dimensione?

Venivamo, veniamo e verremo creati in coppie, il potere si raggiunge nella coppia.

Da soli si è bravi, ma è nella coppia che si genera il massimo potere.

La coppia genera la forma più alta della Creazione: La Vita

“Nella coppia è racchiuso il segreto per modificare la realtà”

Quest articolo segue un filo logico, qui puoi trovare l’intera storia: http://www.ilmisteriosomondo.com/la-storia/

2 pensieri su “Ricordi inattesi

  1. non con gli occhi della mente…ma con il respiro incosapevole del cuore sento la stanchezza del respiro di chi veglia …….grazie……incapace di capire ma grata ai guardiani come te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *