I costruttori di gabbie

I Costruttori di Gabbie

La gabbia prende forma e noi vi entriamo chiudendo la porta. 

Chi ha costruito le gabbie ?

Giorno dopo giorno, sbarra dopo sbarra, la gabbia è pronta, siamo dei bravissimi costruttori di gabbie.

Quando la gabbia è pronta entriamo e chiudiamo la porta alle nostre spalle.

Chiudiamo la porta perché siamo convinti di poter uscire quando vogliamo, tanto la chiave è in nostro possesso.

Con il tempo la gabbia diventa “Casa” e noi gettiamo via la chiave.

Gettiamo via la chiave perché abbiamo paura che qualcuno ci convinca ad uscire dalla nostra “Casa”

Ai nostri figli insegniamo a costruire gabbie, ma visto che lo spazio è occupato dalla nostra, essi ne possono costruirne una più piccola all’interno di quella che abbiamo costruito noi.

Quando la gabbia di nostro figlio è pronta, la gabbia in cui viviamo è divenuta più stretta.

Nostro figlio insegnerà a costruire gabbie alla sua prole e la sua gabbia diventerà più stretta.

Di generazione in generazione le gabbie saranno sempre più strette.

Quando la costruzione di una nuova gabbia diventa impossibile, perché troppo piccola per imprigionare il costruttore, quest’ultimo si rivolge al suo insegnante e tenta con tutti i mezzi di convincerlo a distruggere la gabbia che ha costruito, in questo modo si avrà una gabbia comune più grande.

Anche se una gabbia è stata distrutta si è sempre in una gabbia.

Si può uscire dalle gabbie ?

È ovvio che se distruggi una gabbia impieghi molta fatica, le sbarre delle gabbie sono robuste. Distruggerne una non vuol dire uscire da esse, ma trovarsi semplicemente in una gabbia più ampia.

Ora che hai distrutto una gabbia sei stanco e non hai la forza di distruggerne un’altra.

Mettiamo, pure, che tu abbia abbastanza forza e ne distruggi una seconda, ora sei all’interno di una gabbia ancora più ampia, le forze prima o poi si esauriscono e tu resti comunque in una gabbia.

Lottare contro le gabbie non ti libererà da esse.

L’unico modo per uscire dalle gabbie è diventare “etereo”.

Hai presente quelle entità che passano attraverso i muri ?

Come si diventa “eterei” nei confronti delle gabbie?

Non prestando attenzione e importanza ad esse.

Ora passi facilmente attraverso le sbarre senza nessuno sforzo, nemmeno esistono le sbarre per te, superi agevolmente gabbia dopo gabbia. Quando hai oltrepassato le sbarre dell’ultima gabbia sei all’esterno.

Ora osservi il mondo, vedi realmente com’è.

Guardi tutte quelle persone prigioniere delle gabbie, tu non lo sei più.

Ora comprendi come funziona il gioco.

Devi solo scegliere ciò che vuoi.

Prendi un po’ di questo, un po’ di quest’altro, meglio prenderne in abbondanza di questo.

Scegli senza sbarre e ottieni veramente ciò che vuoi.

Concludiamo con un esempio di vita pratica

Conosco una persona, un Uomo, la cui moglie ha ereditato un numero cospicuo di appartamenti. Percepiscono dagli affitti quasi 40.000 euro al mese.

Quell’Uomo ha deciso di continuare a lavorare, di non toccare nemmeno un centesimo di quei soldi e di continuare a vivere con i proventi del suo lavoro.

Sai perché ha scelto di fare in questo modo?

Perché deve essere l’Uomo che porta i soldi a casa.”

Vive tutto il giorno lontano dalla moglie, lavora sei giorni su sette e la Domenica è stanco e vuole riposare, ma è lui che porta i soldi a casa.

Secondo te quest’Uomo non è prigioniero di una matriosca di gabbie?

Tu ti accorgi di costruire da solo la tua gabbia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *