sanMicheleArcangelo

29 Settembre, Arcangelo Michele il guerriero di Dio

Quando ho ricevuto il messaggio di realizzare questo blog mi è stato detto che sarebbe dovuto essere online per il 29 Settembre.

Fino ad oggi ho fatto ricerche su questa data, ho attinto alle “Antiche Arti”, ma nulla di particolare e degno di nota mi si è rivelato.

Come sai, mi fu detto: La conoscenza si rivelerà a te come il sole del mattino.

Quindi io attendo l’ispirazione, attendo che la conoscenza entri in me prima di scrivere un nuovo articolo. Avevo rinunciato a scrivere qualcosa sul 29 Settembre se non fosse per il fatto che mi continuano ad arrivare messaggi sull’Arcangelo Michele.

Per farti un esempio: uno dei primi lettori è stato proprio Michael.

Io non posso fare ricerche sui testi a voi conosciuti, non posso attingere ai vostri libri, posso solo aspettare che le informazioni mi arrivino.

Se facessi riferimento ai testi di questa dimensione racconterei una storia già scritta, una storia che ha subito manipolazioni.

Voglio rivelarti un cosa, ma è una cosa che sicuramente già sai:

E’ lo scrittore che scrive e “fa la storia”, egli descrive gli avvenimenti dal suo punto di vista. La stessa storia cambia raccontata da due scrittori differenti. Pensa cosa accade quando una stessa storia è raccontata da più di due scrittori diversi. Ecco  perché  oggi si hanno differenti religioni, differenti teorie sulla nascita dell’universo, ecc..,ecc. Ecco perché oggi si ha un gran caos nella conoscenza. Diciamo pure che parte del caos che regna è voluto.

Esiste una fonte universale della conoscenza che sgorga perennemente. Tutti vi hanno accesso, basta saper usare la “chiave”.

L’acqua di questa fonte ha lo stesso sapore e lo stesso aspetto, ma ogni persona che vi si abbevera percepisce un sapore e un colore differente.

L’acqua che sgorga è sempre la stessa, chi si abbevera è differente e di conseguenza percepisce un gusto e un colore diverso da tutti gli altri.

Oggi ti parlerò del mio San Michele, se pur facendo riferimento ad alcuni testi già scritti per supportare il mio racconto.

L’Arcangelo Gabriele è rappresentato come l’Angelo guerriero, capo supremo dell’esercito Celeste. Questo mistico esercito protegge la terra dal male.
Nel Nuovo Testamento il termine “Arcangelo” è attribuito a Michele, successivamente fu esteso anche a Gabriele e Raffaele.
Nell’Apocalisse è descritto come un Drago d’oro contornato da Angeli. In altre scritture, il dragone è un Angelo che aveva voluto farsi grande quanto Dio e che Dio fece scacciare, facendolo precipitare dall’alto verso il basso, insieme ai suoi angeli che lo seguivano.

In una leggenda che ha come luogo una città italiana si racconta che casualmente un certo Elvio Emanuele, signore del Monte Gargano (Foggia) aveva smarrito il più bel toro della sua mandria, ritrovandolo dentro una caverna inaccessibile.
Visto l’impossibilità di recuperarlo, decise di ucciderlo con una freccia del suo arco; ma la freccia inspiegabilmente invece di colpire il toro, girò su sé stessa colpendo il tiratore ad un occhio.

Meravigliato e ferito, il signorotto si recò dal suo vescovo s. Lorenzo Maiorano, vescovo di Siponto (odierna Manfredonia) e raccontò il fatto prodigioso.

Il presule indisse tre giorni di preghiere e di penitenza; dopodiché s. Michele apparve all’ingresso della grotta e rivelò al vescovo:

“Io sono l’arcangelo Michele e sto sempre alla presenza di Dio. La caverna è a me sacra, è una mia scelta, io stesso ne sono vigile custode.

Tutto questo coincide con la storia dei 24 Guardiani. 12 portali per 24 guardiani. Maschio e Femmina proteggono i portali. Nascosto dalla nebbia, nella città magica vi è custodito il cuore dei guardiani.

Dopo la creazione della Terra e la venuta “dell’Uomo e della Donna”, successe un evento che modificò la natura umana e la Terra cosi come fu creata.

La costruzione dei 12 portali fu opera dell’uomo. Quando essi furono terminati immediatamente apparvero i Guardiani Alati (Angeli Guerrieri). Il compito dei guardiani era impedire che i portali fossero oltrepassati sia in ingresso che in uscita.

I Guardiani sono descritti come giganti in tutto e per tutto identici agli uomini, ma avevano ali, ali candide come la neve ed emanavano una luce d’orata.

“Angeli guerrieri per proteggere la Terra”.

La”Caverna Inaccessibile” potrebbe simboleggiare il portale, il toro che vi entra è l’unico Angelo Guardiano maschio (Namistophet) che attraversò uno dei portali. Il padrone del toro simboleggia gli abitanti della città magica che provarono ad impedire a Namistophet di varcare quella soglia. Il Vescovo è colui che veglia sugli abitanti della città magica. I tre giorni di preghiera e penitenza sono il tempo che passo prima che il portale avesse di nuovo un custode. L’apparizione dell’Arcangelo Michele dinnanzi alla grotta sta a simboleggiare la venuta dei nuovi Guardiani. Gli Angeli che combattono a fianco di “Michele” sono i guerrieri che i guardiani devono addestrare per proteggere il loro cuore.

In seguito avrai modo di conoscere più dettagliatamente la storia dei portali e dei guardiani. Nel’attesa ti lascio con un interrogativo:
Che significato ha il numero 12 ?
I mesi dell’anno sono 12, le costellazioni sono 12, qualcuno suppone che anche i pianeti del sistema solare siano stati 12.
Anche la data del 21/12/2012 contiene molte volte questo numero, ma in realtà la data corretta è 24/12/12 (questa è un anticipazione che vedremo in seguito)
Che significato ha per te il numero 12 ?

 Quest articolo segue un filo logico, qui puoi trovare l’intera storia: http://www.ilmisteriosomondo.com/la-storia/

16 pensieri su “29 Settembre, Arcangelo Michele il guerriero di Dio

  1. Molto interessante! Ma oltre alla storia dell’Arcangelo mi trovo in accordo sullo scrittore che scrive e “fa la storia”. Perchè infatti ognuno vede le cose dal proprio e personale punto di vista, quindi ogni storia, sensazione, avvenimento la si vive in maniera anche completamente diversa l’uno dall’altro.
    Passando al significato del numero 12 ho pensato: nel giorno ci sono 24 ore (come i 24 guardiani di cui parli), quindi 12+12; un’altra cosa che mi è venuta in mente è che sommando 1 e 2 viene il numero 3, uno dei numeri più importanti.

  2. So che il num 1 è il num del guerriero rappresenta l’Io, l’individualismo e il maschile
    come il num 2 è il num del fanciullo e rappresente l’istinto ,il sentimento ed il femminile
    il num 12 non so cosa rappresenta ma a me da una sensazione di “sicurezza” di “casa”
    di conosciuto di appartenenza
    e non so spiegare per quale motivo

  3. @Flyda: Grazie per la tua interpretazione. La sensazione che ti evoca proviene dalla tua Anima. Essa conosce questo numero e lo trova rassicurante.

  4. Vi sono 2 cabale una buona atlantidea basata sul numero 12, e l altra negativa basata sull ottagono.
    Per notizie fresche sull Arc. Michele vai sul sito : IL RITORNO DEGLI ANTICHI. Personalmente ho un raccoglitore con i messaggi dell Arc. Michele degli ultimi 12 anni. Se sei interessato fammi sapere.
    Buona Missione Fratello. PACA LUCE e AMORE

    1. @Stefano u mas-ciotuInnanzi tutto ti ringrazio. Ho dato un occhiata, approfondita, al sito web che hai citato e sono rimasto parecchio perplesso. Molti dispositivi ispirati dall’Arcangelo Gabriele, che possono aiutare l’Umanità, sono a pagamento. Riporto fedelmente quanto detto sul sito in questione: “Il modello è stato dato dall’Arcangelo Michele ad Alba Giordana nel 1994 annesso di codici per il suo funzionamento vibrazionale personalizzato. La creazione è depositata presso un ufficio notarile a nome di Alba Giordana. Per l’acquisto usa………………..” Un Angelo voleva che si brevettasse un qualcosa donato a tutta l’umanità per il suo bene per farlo diventare fonte di arricchimento per una sola persona? Quando leggo di queste cose mi vengono in mente le parole che Gesù disse a Didimo (Tommaso – Quinto Vangelo):
      “Se il Padre Celeste voleva l’Uomo circonciso lo avrebbe fatto nascere già circonciso” (per continuare la citazione del Vangelo di Didimo)Chi ha orecchie per intendere, Intenda

  5. Carissimo Bragkor, la purezza delle tue ali e il drago d oro che è Michele
    dovrebbero portarti a vedere un pochino più in alto delle semplici
    considerazioni terrene. Mi fai notare il prezzo di oggetti dei quali tralasci
    di conoscere meglio la loro importanza. Noi VIVIAMO con Michele da anni, siamo
    in pieno Apocalisse e Lui è ritornato su Astronavi di Luce Orgonica. Siamo qui
    per continuare la missione iniziata da Lui, Michele 2000 anni fa quando fu
    Apollonio di tiana. Come allora sulla terra giunse prima la sua Compagna –
    Capisco che la lotta con il male porti a giudicare male il soldo, ma qui noi
    non viviamo ne bene ne ricchi. Vi sono pianeti più evoluti dove non vi è
    denaro, ma sulla terra ci si deve adattare. E’ necessario tralasciare il
    giudizio di cio’ che appare e verticalizzare la mente, solo cosi’ sarai un vero
    Guerriero della Luce.
    PACE LUCE e AMORE .

    1. @Stefano u mas-ciotu: Premetto che credo assolutamente che tu sia in “buonissima fede” lungi da me giudicare le intenzioni che ti muovono, ascolta queste mie considerazioni:
      A chiunque si chiede: perché decidi di far pagare un qualcosa che dovrebbe essere di beneficio per tutti? Più o meno risponde con le parole che hai utilizzato tu, che deve sottostare alle regolo di questo mondo, che è sbagliato considerare i soldi “Non Bene” ecc…ecc..
      Facendo in questo modo si opera come operano le lobby farmaceutiche. Io ho un farmaco che può aiutare l’umanità, ma in realtà viene aiutato solo chi ha i soldi per comprarlo.
      Non voglio dilungarmi oltre, ma se è davvero la missione della tua Anima i soldi trovano mille strade per arrivare a te.
      Ogni persona sceglie il modo che sente più suo per sostenere economicamente le proprie iniziative e questo è legittimo e deve essere cosi. Da osservatore esterno ho avuto queste impressioni, ma non nego il fatto che “Vendere quei congegni è il modo che ha trovato la tua Anima per portare avanti la sua missione” Infondo in questa realtà, per fare qualunque cosa servono i soldi 😉

  6. Eccolo qua, trovato l’ articolo che cercavo, grazie a te Bragkor.

    Lo spunto che mi ha dato questo articolo, è ormai la convinzione totale ( sino ad adesso era solo un’ intenzione ), di recarmi assolutamente alla grotta di S. Michele, situato nella città di M. S. Angelo, nel Foggiano. Dista da me circa 200 Km ( sono Pugliese ).

    Credo e spero che lì possa trovare-ricevere energie che mi possano far comprendere il vero motivo per cui mi sono incarnato in questa epoca.

    Da un ventennio sono alla ricerca della mia verità e dell’ eventuale mio compito da portare a termine in questa epoca.

    Da quando sono nato, già la mia venuta è contorniata da tanti misteri : sono nato il 29/09/1966, all’ 8° mese di gravidanza ( almeno secondo le informazioni di mia madre che ormai è andata via da questa vita ), ultimo di 7 figli, i miei genitori non sapendo che nome mettermi, mi misero il nome del giorno che nacqui ; sono stato concepito poichè mia madre, avendo perso una figlia alla tenera età di 2 anni circa ( era la 6° in ordine di grandezza cronologica dei miei fratelli e sorelle e il 7° fratello era già presente ), mia madre mi concepì nella speranza che ritornasse la figlia scomparsa prematuramente ; ma mi presentai io e dopo circa 2 anni, mia madre ebbe un’ altro figlio che però nacque che era già morto ; ragion per cui mi sento che è stata, se così si può dire, sacrificata mia sorella per la mia venuta e il mio fratello venuto dopo di me ( che era un’ altra speranza per mia madre di riavere la sorellina morta ), non era nei progetti dell ” UNO “.
    Da qui, oltre a tante altre strane coincidenze della mia vita ( che non sto qua a raccontare, ma una in particolare è che ho subito tantissimi interventi chirugici ma senza aver mai riportato una qualsiasi frattura delle mia osse ) la mia sensazione interiore è che sono venuto, in questa vita, ad incastro di certe circostanze un po strane e che cerco, un po alla volta, di assemblare il mio puzzle, affinchè possa incominciare ad essere un po chiaro se vi è un motivo ben specifico la mia venuta in questa vita, ovvero quale sia la mia vera missione.
    Altro piccolo particolare, riferito al numero 12, è che la mia unica figlia 11enne, dal punto di vista dei miei fu genitori, altro non è che la loro 12° nipote.
    Altro piccolo particolare è che il mio cognome ( non lo menziono per motivi di privacy, ma che può benissimo saperlo Bragkor notando la mia e-mail, a cui le origini storiche pare provenire dalla Sardegna e che a sua volta sia di origini Francesi ) si avvicina, anche se in modo un po forzato, al cognome dei Merovingi.
    Quello che non sapevo è che il nome del signore delle terre, riferito alla prima apparizione dell’ Arcangelo Michele, si chiamava Elvio…il mio nome diminutivo, appioppatomi da una mia zia che reputava il nome Michele troppo impegnativo per un bambino, è Elio…semplicemente una consonante in più.

    Concludo chiedendovi di non giudicarmi per matto, faccio già tanta difficoltà a non autogiudicarmi per un ” non sano di mente “, ciò nonostante metto anche in preventivo che, tutti questi dubbi, possano essere semplicemente delle mie personali ” masturbazioni mentali “.

    Mi auguro e spero che la visita che andrò a fare alla grotta di S. Michele, possa schiarirmi un po di pensieri, vi terrò aggiornati.
    Saluto voi tutti con un fraterno e caloroso abbraccio !<3

    1. Non preoccuparti Elio perchè tu sei come tutti noi granelli nel tempo dimenticato ma non perduto. Come il tutto e il nulla sei d’avanti a un percorso da scoprire e scrivere sulla strada della tua vita. Incontrerai diversi pensieri e momenti ma dopo tutto siamo quel che siamo e nessuno ci può giudicare. Tanto quel che facciamo oggi rispecchia un domani perciò a giudicare sarà la vita stessa. Quando pensi di essere solo, incompreso o diverso ricorda bene che i colori possono essere tanti e diversi ma sono presenti in tutti. E come una scintilla che accende un fuoco così nella vita accendiamo tali colori. L’incapacità di comprendere la vita è il risultato del mondo oggi. Continua a fiorire e lascia stare quelli che vivono con i non colori.
      Un saluto bulgaro.

  7. Ciao a tutti. Grazie Bragkor per i tuoi spunti e per il tuo sentire. L’ arcangelo a me più vicino e Gabriel, da cui ho avuto un messaggio, ma l’arcangelo Michele mi è caro per la forte protezione che avverto .Mi è stata regalata o un ciondolo di San Michele arcangelo proprio per proteggermi!!! Michele è il Guerriero per eccellenza ,il protettore contro il male ed i malefici in generale…e per quanto riguarda il dodici, che dire… 12 tribù d’Israele, i 12 apostoli ,i 12 portali,ecc.ecc !”!12 è un numero molto potente in senso spirituale ed esoterico. ciao e grazie!!

  8. Ciao, sono nato il 29/09/2000 e volevo chiederti, con rispetto e umiltà, una tua interpretazione di quella data. Sono sempre stato diverso dagli altri esseri umani, e sono convinto che la data c’entri

    1. Se hai scelto di nascere in quella data sicuramente è collegata alla tua missione, ma è una risposta che devi cercare lungo il tuo cammino

  9. I 12 Apostoli,le dodici lettere semplici dell’alfabeto hebraico.
    L’Arcano 12 dei Tarocchi che rappresenta la crocificazione nella materia,e il,Sacrificio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *