Avatar e Matrix. Cosa c’entrano con l’Anima?

Caro Viaggiatore il tempo giunge perché esso non esiste. L’uomo ha accesso a un infinito mare di conoscenza, solo che non sa che essa è conoscenza.

Essa è potente, ma non fino a questo punto. Ci sono dimensioni in cui l’Anima non può entrare. In principio eravamo tutt’uno con essa, come il Paradiso era un tutt’uno con la Terra, ma poi avvenne la suddivisione.

In Matrix si parla di una realtà virtuale gestita da robot. Gli uomini sono collegati a delle macchine ed interagiscono con essa attraverso una sorta di proiezione olografica di loro stessi.

Nel film “Avatar” accade qualcosa di analogo, solo che non si tratta di realtà virtuale. Il corpo dell’Avatar, inanimato, prende vita quando un uomo tramite una macchina ne assume il controllo. Non starò a scendere nei particolari, chi ha visto questi due film comprende bene cosa intendo.

Avatar” = colui che discende dalla propria Anima

In entrambi i film si parla sempre di due realtà parallele, in una vi è il conducente e in un altra il corpo che viene guidato. Credo che anche tu, almeno una volta, ti sia chiesto: Ma dove risiede l’anima?

L’anima non risiede dentro di te, più precisamente non risiede nel tuo corpo mortale. Succede un po’ come in “Avatar”. L’Anima si trova in un mondo parallelo al nostro e da li guida il corpo mortale che le è stato assegnato. In realtà tenta di guidare.

Essa non può assolutamente entrare in questa dimensione, i varchi di accesso sono custoditi e controllati dai “24 Guardiani”. Chi abbia posto questi esseri a guardia dei portali di accesso a questa dimensione oggi non mi è dato ancora sapere. Sta di fatto che: 

ogni volta che un embrione viene concepito, un Anima è arruolata per animarlo e guidarlo in questa dimensione.

A volte, può capitare, che una stessa Anima sia arruolata più volte, questo è il fenomeno che alcune dottrine definiscono “reincarnazione”. In realtà non si tratta di un vero e proprio arruolamento, l’Anima viene chiamata e sceglie spontaneamente di guidare il corpo fisico.

L’Anima, alla guida di un corpo fisico, ha capacità immense per interagire in questa dimensione materiale (I Venti dell’Anima). Può, per esempio, far ottenere al suo “Avatar” tutto ciò che vuole se esso è d’accordo. Ovviamente, questo mondo è regolato da Leggi. Le leggi imposte dai suoi “Creatori”. Cose come la legge di Gravità, La legge dell’equilibrio, Le leggi che regolano il soffiare dei “Venti dell’Anima” e molte altre che in futuro vedremo come agiscono.

Per rendere ancora più complesso il gioco, l’Anima parla un linguaggio diverso dal suo “Avatar”. Ecco perché, capita spesso che otteniamo proprio ciò che non vogliamo. 

È un problema di comunicazione.

Comunque per migliorare la comunicazione tra Anima e Corpo Fisico viene nominato un “Interprete”.

L’Interprete è un essere che comprende entrambe le dimensioni, è presente in entrambe allo stesso tempo. All’Interprete viene assegnato il lavoro più gravoso quando l’Anima attiva il pilota Automatico. In questa fase “l’Interprete” diviene “Custode”. Come avrai capito ti sto parlando proprio dell’Angelo Custode. Nessun Corpo Fisico viene lasciato a se stesso e in balia delle entità energetiche che vorrebbero manipolarlo.

 

Perché le Entità Energetiche mirano al controllo del corpo fisico? Lo fanno per sfruttare i Venti dell’Anima a proprio vantaggio.

L’Anima assume la guida del corpo fisico con lo scopo di vivere una grande festa e di sperimentare la beatitudine della creazione. Appena arriva, però, prende subito un bel colpo in faccia che fa ridimensionare il suo entusiasmo.

Le leggi che regolano questo mondo sono diverse da quelle che regolano il mondo dove risiede l’Anima. Come se non bastasse, ci si mettono anche alcune entità energetiche a complicare la situazione.
Se i colpi continuano e sono sufficientemente duri, l’anima si arrende e si avverte la sensazione definita “Pesantezza dell’Anima”.

Quando un anima si arrende, smette di interagire con il corpo fisico in maniera consapevole e inserisce il pilota automatico.

Ora sta al corpo fisico trovare un modo per coinvolgere di nuovo la propria Anima nel gioco e ottenere tutto il meglio che è possibile avere in questo mondo.

 Quest articolo segue un filo logico, qui puoi trovare l’intera storia: http://www.ilmisteriosomondo.com/la-storia/

 

9 pensieri su “Avatar e Matrix. Cosa c’entrano con l’Anima?

    1. @Lea: Sicuramente è molto di più, io intendevo “videogioco” nel senso che è il parco giochi della nostra Anima dove ha la possibilità di ottenere tutto ciò che vuole. Sta alla nostra coscienza assecondarla.

  1. quindi sembrerebbe che bene e male non esistono… e quindi neanche il libero arbitrio… mi sento un pò confuso… allora è tutto uno scherzo di Dio? …io credo di essere sveglio ma in realtà sono… addormentato… vittima ahimè di una sorta di psicosi collettiva… ciò che percepiamo è solo una gamma di frequenze dunque… ma allora come si fa ad essere artefici del proprio destino oppure è già tutto scritto?

    1. @Rocco: Bene e male sono un errata interpretazione dell’uomo, Dio ha creato tutto in perfetta armonia e Amore. Creò la luce perché questa fosse bene, ma creò anche le tenebre perché queste fossero il bene. Due facce della stessa medaglia. Un mondo bipolare, il “+” non può esistere senza il “-“. Il libero arbitrio esiste ed è il dono di Dio alla sua creazione, pensi che l’uomo possa fare tanto se Dio non gli avesse donato il “Libero Arbitrio”? L’uomo può prendere qualsiasi decisione e creare la realtà che vuole, ma è vittima delle “Entità Energetiche” create da lui stesso. Il primo passo per essere artefici del proprio destino è la “consapevolezza”. Qui parlo delle “Entità Energetiche”: http://www.ilmisteriosomondo.com/2011/10/lettera-alla-mia-anima-prigioniera-delle-entita-energetiche/

    2. bene e male non esistono, ovvero, tutto é relativo! il bene é qualcosa che si accetta, si desidera, mentre il male é qualcosa che non si accetta e non si desidera! pensaci! quando dai retta ai tuoi sentimenti, all’anima, troverai le risposte! un esempio: io odio i balenieri giapponesi, secondo me fanno male a cacciare le balene, ma secondo loro, fanno bene perché ció apporta loro garanzie di sopravvivenza, quindi se a te la cosa da fastidio, é perché la tua anima non é daccordo con la caccia alle balene, allora non resta altro da fare che focalizzarwsi solo su ció che si desidera, il “bene” soggettivo, e le tue emozioni, l'”anima” ti comunicheranno esattamente quando starai pensando a tali cose, quelle che ti apportano sensazioni positive!

      1. @Igor: Il male sicuramente non esiste o per meglio dire è opera di questo piano materiale e della mente dell’uomo, sul bene, non come lo intendi tu, esso esiste. Noi proveniamo dal bene, che altro non è che amore universale. L’Uomo prende il Bene, lo divide in due parti e dice che una delle due metà è il male

  2. non esiste nessuna entita’ divina che abbia mai creato niente………semplicemente “il tutto e'” ed vive “l’eterno presente” di fatto negli stati più sottile eseste il sentirsi d’esere, a livello universale e nei molteplici universi……….state bene

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *